.
Annunci online

massimopensiero
professione: cacciatore di teste (vuote)

Dopo circa 500 colloqui di selezione sono giunto alla conclusione che i neolaureati italiani siano splendidamente morti. Sono delle creature piene di nulla, tristemente inconsapevoli della propria incompetenza. E di solito le donne sono anche frigide. Hanno il terrore di muovere il culo per andare a lavorare in altre città, mi chiedono cosa c'è da mangiare se gli propongo di trasferirsi in una nazione diversa, vogliono sapere come prima cosa a che ora si può uscire dall'ufficio la sera. Naturalmente non sono tutti così. Alcuni sono peggio.
20 ottobre 2010
Piccola lezione sulla felicità...

A Roma c'è un bel cielo stasera, grigio ma luminoso. Le donne portano le ultime gonne corte della stagione. La Lazio è prima in classifica. Un uomo deve sapere amare le piccole felicità, solo amando le piccole puoi sperare nelle grandi, ha scritto un poeta cieco venezuelano. E allora mi do da fare con la fantasia e cerco di vedere il bello. Metto da parte cugine assassine, decandenza della civiltà, birre in bottiglia sempre meno alcoliche, sigari secchi, cinema di merda, letteratura di merda, idee di merda e guardo indietro. Tutti sono capaci di guardare avanti, la speranza è roba da coglioni, così guardo indietro. Mi piace il passato, mi piacciono le ideologie, mi piace la lotta, l'intollerante desiderio di cambiare il mondo mi prende alla gola come quando avevo vent'anni. E allora compro un vino buono e mi cerco una puttana stasera.




permalink | inviato da MassimoPensiero il 20/10/2010 alle 18:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
19 ottobre 2010
Le ideologie? Carta da culo!

 

Ora, lo sappiamo tutti che le ideologie sono diventate carta da culo e che con la carta da culo ci si pulisce il culo, appunto, ma a tutto c'è un limite. Che il Comune di Roma supporti una iniziativa di un gruppo di comunistoidi (http://www.italiacuba.net/progr_frontespizio_big.jpg) fiancheggiatori del dittatore Fidel Castro mi sembra paradossale. Ma Gianni Alemanno non era un camerata? Ma possibile che si debba leccare il culo anche a queste minoranze ottuse e fuori dal tempo?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alemanno castro fidel

permalink | inviato da MassimoPensiero il 19/10/2010 alle 13:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
CULTURA
15 ottobre 2010
Colloquio di lavoro... poca fica!!

Be', non è male fare colloqui. Fare selezione. Cacciatore di teste e tutte quelle menate là. E così abbasso la temperatura della stanza. Aria condizionata al massimo. anche in inverno. L'aria fredda indurisce i capezzoli delle ragazze. Così lavoro, colloquio, faccio domande, valuto, ed intanto mi merito una bella erezione a basso costo. Anzi, vengo pagato: altro che basso costo. Sì, mi pagano per farmi indurire il pene. Tipo Rocco Siffredi. Solo che lavoro vestito.

Le ragazze di solito hanno un gran difetto, anzi due. Sono troie nel modo sbagliato e parlano un italiano di merda. Vado per ordine. Si vestono come suore, anche se sicuramente saranno esperte di pompini a muratori polacchi chiuse dentro automobili economiche. E poi... parlano da schifo. Ok, laureata. Ok, il massimo dei voti. Ma per dio tira via quell'accento da calabra con la terza elementare. Come diavolo faccio ad assumerti? Non voglio che tu me la dia. (anche se mi piacerebbe). Ma farmela vedere, odorare, immaginare, e non darmela... è segno di personalità. Ed invece no. Tutte suore del cazzo che parlano un dialetto del cazzo. Quando si dice che il mondo ha bisogno delle care e vecchie e scaltre puttane. È una questione biologica. Mica altro.

Le ragazze fanno le donne, invece dovrebbe ricordarsi di essere femmine. Siamo stanchi delle donne. Preferiamo le fiche ai dialoghi tutta letteratura anglosassone e politica del medio oriente. Fateci vedere le gambe. Scoprite le spalle. Non ce ne fotte niente del vostro curriculum vitae, vogliamo solo qualche nuovo sogno da sognare.




permalink | inviato da MassimoPensiero il 15/10/2010 alle 18:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
CULTURA
14 ottobre 2010
Centro d'Igiene Mentale

Godo del mio anonimato come una puttana dei soldi guadagnati a furia di pompini rapidi e infelici. Ma è solo estetica e finta moralità, io non voglio capire e tanto meno raccontare. Mi basta vivere, scopare quando capita e guardare culi passare. Che c'è di male in culo? E così cominciò tutto. dico davvero. Che c'è di male in culo? Mi chiese un tizio, una volta. Io non capivo e pensai che sorridere tranquillo potesse significare qualcosa del tipo... bho, dimmelo tu, vecchio mio. O roba del genere. Ma il tizio era nervoso e mi sputò pensando lo stessi prendendo per il culo. Fu più forte di me, non è che ci pensai troppo voglio dire, e gli diedi un calcio nei coglioni. Poi uscirono fuori gli infermieri e mi portarono alla porta.

“Brutto stronzo, che fai meni ai malati? Chi cazzo sei tu? Come sei entrato?”.

Gli spiegai che ero là per vedere un amico, era ricoverato al Centro di Igiene Mentale. Ma l'infermiere più grosso mi prese per il collo e voleva chiamare i Carabinieri. Faceva il duro, e grosso come era il culo me lo avrebbe spaccato senza troppa fatica, probabilmente.

“Quello sciroccato mi ha sputato”.

“Quello sciroccato è malato, stronzo. Ora chiamo gli sbirri e sono cazzi tuoi”.

“E io pubblico un bel articolo su questo reparto di merda, sulla merda che c'è in terra, sulla merda che fate mangiare ai malati e sulla mancanza totale di dottori. Sono tre giorni che non si vede un cazzo di dottore qua dentro. Queste cose le so e posso dimostrarle”.

Gli infermieri si guardarono, quello grosso mollò la presa. Ci tranquillizzammo tutti. Uscimmo in giardino a fumare. Poi mi portarono un bicchiere di cocacola. Mica l'ho bevuta, sicuramente c'avevano sputato dentro. Io l'avrei fatto. Così ho passato l'altra domenica. Poi il mio amico è uscito.




permalink | inviato da MassimoPensiero il 14/10/2010 alle 21:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte